racconto: coloriamo una domenica grigia

Se mi guardassi allo specchio, lui si girerebbe dall’altra parte. Tuta, cappello di lana in testa, per ripararmi dalla  temperatura  che  nel mio poggiolo, è glaciale Abbassata da un vento che in questi giorni” primaverili” soffia più che nei mesi invernali, mi arrampico approfittando delle impalcature, per riuscire a dare la pittura alle finestre, e per lavare i doppi vetri impiastricciati dalla calce che i muratori hanno usato per l’intonaco. Da quassù il panorama è stupendo, mi tengono compagnia i gabbiani, che si abbassano per vedere se ho qualcosa da mangiare. Naturalmente ho usato tutte le precauzioni, in modo che, il mio lavoro, non arrecasse danno al vicinato Alle dieci avevo quasi finito quando mi accorgo del  mio vicino. che attrezzato di Fon per riscaldare la vernice, antiruggine,decide anche lui, di rinfrescare le  finestre. Nel giro di pochi minuti quasi tutti gli abitanti del il   palazzo erano fuori dai loro poggioli a trafficare a scambiarsi consigli e  io a farmi risate.  Involontariamente qualcuno ha scontrato il barattolo dell’antiruggine facendolo  finire al piano sottostante, sporcando non solo il poggiolo ma anche il proprietario In fondo abbiamo colorato  una domenica grigia

Annunci

Informazioni su gabriarte

non obbligo i miei nemici a frequentarmi.Non mi obbligate a frequentare voi che fingete di non esserlo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a racconto: coloriamo una domenica grigia

  1. Laura ha detto:

    😀 che divertente, tu sei quella che ha lanciato l’ “idea”, un abbraccio e buona domenica, ❤

  2. gabriarte ha detto:

    era una necessità anche per altri vedendomi al lavoro hanno pensato che forse era la domenica giusta ciao

  3. Laura ha detto:

    🙂 sorriso porta sorriso, buona volonta’ lo stesso, 🙂

  4. Laura ha detto:

    A parte l’imprevisto dell’antiruggine, il colore porta sempre calore e sorrisi.
    Buona fine domenica colorata 🙂

  5. gabriarte ha detto:

    gli è tornato il sorriso quando lo abbiamo aiutato a pulire ciao

  6. ili6 ha detto:

    ma si lavora anche di domenica??? Però quando si lavora in buona compagnia e tutto finisce con dei sorrisi, ci può anche stare 🙂
    ciao
    Marirò

  7. Noëlle Altieri ha detto:

    Evviva le domeniche quando servono per fare qualcosa di utile per sé o per gli altri oppure per imparare cose nuove…ma sempre divertendosi. Ciao!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...