Categorie
oggi mi gira così

un’incontro con una bella poesia

schizzo a matita

Marcello ComitiniDagli un nome

Scritto da  il 28 ottobre 2013 in Poesie

Tra il tuo volto chiuso nel dolore

– gli occhi a cancellare un’impossibile vita –

e la maschera che ti cammina accanto

illuminata da un segreto amore

c’è un’ombra

una bocca che tace colma di parole

di singhiozzi repressi e una mano al petto

a trattenere il velo che protegge

la tua anima nuda.

Se una voce odi mentre il vento cade

nel ricordo di un’alba che ti scalda il ventre

di giovani colori e di profumi

il fuoco della sera ti trascina lontana

dalle finestre spente della casa

lungo le strade tra campi abbandonati

che si perpetuano nel buio all’infinito

torna a guardare indietro e dai un nome

al sentimento che ti brucia dentro.

Chiamalo angoscia, sconfitta abbandono

perdita, rinuncia, dagli un nome e un viso

che si trasformi in carne e sangue, che perisca

e porti via con sé la maschera e l’ombra.

Di gabriarte

non obbligo i miei nemici a frequentarmi.Non mi obbligate a frequentare voi che fingete di non esserlo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.