tra uno sbadiglio e l’altro schizzo un quadro di un grande artista che mi piace

Jacob Collinsjacob collins

Annunci

Informazioni su gabriarte

non obbligo i miei nemici a frequentarmi.Non mi obbligate a frequentare voi che fingete di non esserlo
Questa voce è stata pubblicata in oggi mi gira così. Contrassegna il permalink.

15 risposte a tra uno sbadiglio e l’altro schizzo un quadro di un grande artista che mi piace

  1. Patrizia M. ha detto:

    Bellissimo, se sbadigliare ti fa disegnare così bene, quando non sbadigli allora che fai?? 🙂
    Ciao, serena notte
    Pat

    Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    dormo!!! buona notte Pat

    Mi piace

  3. Patrizia M. ha detto:

    Ummm anche, questo sicuramente, ma io dico che crei opere ancora più splendide 🙂

    Mi piace

  4. gabriarte ha detto:

    è un modo per distrarmi quando disegno mi rilasso oggi è stata una giornata pesante

    Mi piace

  5. Patrizia M. ha detto:

    E’ molto bello riuscirci, soprattutto quando le giornata sono molto pesanti !!

    Mi piace

  6. bruce ha detto:

    Se riesci a fare cose così tra uno sbadiglio e l’atro, cosa dire? Brava!

    Mi piace

  7. gabriarte ha detto:

    sai bruge vorrei avere più tempo per me ma devo fare altri lavori non solo casalinghi il tempo non mi lascia spazi e posso solo divertirmi tra uno sbadiglio e l’altro ciao buona giornata la prossima volta ti farò una domanda anzi te la chiedo adesso così puoi pensare con calma prima di rispondermi Per te che cosa è l’arte? ciao

    Mi piace

  8. fausta68 ha detto:

    Bravissima!!! E’ molto bello 🙂

    Mi piace

  9. bruce ha detto:

    Cara gabri, mi hai posto una questione non da poco. Ma ti rispondo subito, perchè è un argomento che ho trattato più volte.

    Si sono scritti fiumi di parole sull’arte e sono state date infinte definizioni. Nessuna che le contempla tutte.
    Perché?
    Perché è soggettiva.

    Perché la definizione d’arte è legata al giudizio che dobbiamo dare ogni qual volta dobbiamo esprimerci su qualunque attività o operato.
    Quando siamo interrogati per emettere un giudizio, infatti, siamo fortemente condizionati da fattori personali legati alla cultura, al contesto sociale di appartenenza, alla propria professionalità, dalle nostre convinzioni. Spesso i giudizi lusinghieri o negativi sono creati ad arte dagli stessi critici d’arte. Spesso sono dettate da correnti di pensiero. Dalla contrapposizione di stili e appartenenze.

    Per esempio una foto di un nudo di donna potrebbe sembrare per molti una opera d’arte, per altri potrebbe esprime emozioni, per altri semplicemente un foto di donna nuda ben fatta, per altri una volgare foto pornografica.
    Un quadro astratto potrebbe essere considerato un guazzabuglio, per altri qualcosa di incomprensibile, per altri uno sfogo alla libera fantasia, per altri qualcosa di geniale, per altri ancora una opera d’arte. Insomma ognuno ha una personale opinione di cos’è una opera d’arte. Ognuno direbbe la sua.
    Eppure dovrebbe essere un qualcosa che dovrebbe mettere tutti d’accordo. Ma non è così.

    E’ artista un attore, un uomo di spettacolo, un musicista, uno scrittore, un fotografo, un pittore, un calciatore. Ma quando si parla di opera d’arte? A cosa è legata? Alla bravura? Alla capacità di fare qualcosa che altri non riescono a fare?
    Sono considerati artistiche anche le professioni. Un artigiano è colui che fa un lavoro ad opera d’arte. Quando una sua opera è considerata opera d’arte?

    Comunemente viene considerata arte ciò che è bello, ciò che piace, se è creativa, geniale, fuori dal comune, irripetibile, che trasmette emozioni, un messaggio. Un lavoro ben fatto, tecnicamente perfetto, un capolavoro. L’espressione estetica della interiorità dell’artista.
    Insomma hai capito che, chi più ne ha più ne metta.

    Ora te dirai: sì va bene, ma tu cosa pensi?
    Ok. Anch’io ho la mia ida personale opinione di opera d’arte e te la spiego piano piano perché è in controtendenza.
    Dal momento che il concetto di opera d’arte è estremamente personale e così variabile, dal momento che considero degne di essere prese in considerazione solo opere tecnicamente ben fatte (non di imbrattatori di tele, non di fotografi della domenica, non di poeti fai da te. Il mondo ne è pieno) c’è bisogno comunque di un misuratore per definirne la sua scala di valore. Una specie di metro che misuri l’opera d’arte.
    Te mi dirai che non si può misurare l’arte, qualcosa di astratto. E’ vero. Ma gli si può dare un valore.

    Mi spiego.
    Di fronte ad una serie di quadri, di foto, di disegni, di poesie, di musiche, tutte tecnicamente perfette, tutte artistiche che danno emozioni, e bla bla bla qual’è il parametro per dire che sono opere d’arti?
    Il suo valore.

    Esatto il suo valore, o meglio quanto TE sei “disposto a spendere” in termini di denaro per impossessartene.
    Se ci pensi è così. Se ci pensi bene guarda caso sono considerate opere d’arte le opere che hanno un maggiore valore di mercato, BELLE o BRUTE che siano a seconda i vari giudizi personali.

    In ” senso generale” quanto più alto è lo sforzo che LA COMUNITA’ è disposta ad averla “ad ogni costo” tanto più alto è il metro per definire l’opera una “opera d’arte”.

    E’ così per ogni opera o lavoro, per le professioni.
    Il mercato delle opere d’arti funziona così, piaccia o non piaccia. E’ questo metro che ha reso famosi le maggiori “opere d’arte”. Sia se siamo d’accordo o meno. Se suscitano o meno emozioni. E’ il possesso di un bene che ha “avrà” valore nel tempo.
    Tutto il resto è mediocrità, solo lavori ben fatti, geniali e originali se vuoi, ma niente di più, siano esse poesie, quadri, disegni, musica, scultura ecce cc.

    Ovviamente è una mia opinione personale opinabilissima, una come tante, e non me ne rammarico.
    Bruce

    Mi piace

  10. gabriarte ha detto:

    grazie Bruce per avermi dato la tua opinione Quando avrò un po di tempo ti spiegherò perchè ti ho fatto questa domanda ciao buona serata

    Mi piace

  11. gabriarte ha detto:

    grazie Fausta

    Mi piace

  12. annitapozzani ha detto:

    Sbadigli proprio bene! 😉 Complimenti

    Mi piace

  13. ili6 ha detto:

    E brava Gabri!
    I critici definiscono Collins un fotografo col pennello e in effetti le sue “anatomie” in bianco e nero sembrano vere e proprie foto, tanto son perfette. Forse troppo.
    Buona domenica, ciao.

    Mi piace

  14. martinatombolini ha detto:

    Che bello! Complimenti

    Piace a 1 persona

  15. gabriarte ha detto:

    grazie molto gentile

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.